Come Nasce l'Accademia 


L’Accademia Italiana di Scienze Forensi ha finalità scientifiche e didattiche volte alla conoscenza, allo studio e all’istruzione delle Scienze Forensi, allo scopo di migliorare la conoscenza, lo sviluppo e il progresso delle stesse nelle differenti discipline, scientifiche e giuridiche. Tutte le attività dell’Accademia Italiana di Scienze Forensi previste dall’oggetto sociale dello statuto, sono rivolte alla diffusione delle Scienze Forensi, per soddisfare una necessità sempre crescente di supporto alle attività investigative tradizionali. La “prova scientifica”, che si avvale di strumentazione analitica sempre più avanzata e in continua evoluzione, è diventata di fondamentale importanza nel dibattimento del processo penale. Data però la complessità della materia, non sempre è possibile avere una interpretazione univoca e condivisa dei risultati analitici (processo peraltro reso difficile dal continuo aggiornamento delle tecnologie e della strumentazione scientifica), creando pertanto l’esigenza di operatori del settore con un adeguato grado di istruzione esperienza e competenza specifica in materia, così da poter far fronte alle difficoltà interpretative dei risultati scientifici e permettere un confronto ed un dialogo tra le parti nelle opportune sedi giudiziarie. Il bisogno di analisi forensi è in crescita per il forte aumento di casi complessi (delitti, rapine, stupri, violenze su minori, abusi, attentati terroristici, etc.) che oltre ai metodi di indagine tradizionale, necessitano del supporto dell’attività scientifica sulla scena del crimine ed in laboratorio, sia per aumentare il grado di certezza (utile ad incastrare un colpevole, ma anche a scagionare un innocente) che per ridurre la tempistica dell’indagine stessa; dobbiamo poi constatare che i casi delittuosi che si risolvono anche con la confessione dell’imputato, sono sempre più rari, anche di fronte ad evidenti ed inconfutabili prove. E’ evidente quindi la necessità che l’Albo Professionale a cui il personale giuridico si  riferisce, sia composto da persone con adeguata preparazione scolastica (titolo di studio adeguato, frequenza e conseguimento di corsi, master o scuole di specializzazione post-università), che abbiano pubblicato articoli o relazioni scientifiche e che siano in grado di dimostrare una   comprovata esperienza lavorativa nella disciplina specifica per la quale vengono incaricati. L’Accademia Italiana di Scienze Forensi trae ispirazione dall’American Academy of Forensic Sciences www.aafs.org che da oltre 60 anni e con oltre 6000 soci membri a livello mondiale è un punto di riferimento a livello internazionale. Il convegno annuale, a cui tutti i soci membri possono partecipare, è una occasione di apprendimento, di confronto e di aggiornamento professionale di elevato livello scientifico, grazie all’eccellenza dei suoi partecipanti e relatori. L’Accademia Italiana di Scienze Forensi si prefigge l’obiettivo di colmare il vuoto di conoscenza e diffusione delle Scienze Forensi in Italia. Rispetto a quanto viene fatto negli Usa e in molti altri paesi Europei e non, c’è molto da fare. Il nostro Paese non dispone ancora oggi di uno strumento di fondamentale importanza come la banca dati nazionale del DNA, ne tantomeno di un adeguato sistema di accreditamento e certificazione delle attività riguardanti le Scienze Forensi, dalla procedura di repertazione e relativa conservazione dei campioni raccolti sulla scena del crimine a molte delle procedure e metodologie di lavoro riguardanti i laboratori di analisi. Buone parte di questi processi negli Usa sono attivi dal 1974.

COSA SI INTENDE PER “SCIENZE FORENSI”?

Si intende un insieme di diverse discipline, scientifiche e giuridiche, ognuna delle quali è di supporto all’altra con la propria specifica competenza.

I Soci Fondatori dell’ Accademia Italiana di Scienze Forensi hanno professionalità ed esperienze diverse, riferibili alle varie discipline; ognuno quindi in grado di dare un contributo specifico per la sua materia di competenza.

Le discipline di riferimento le possiamo riassumere nelle seguenti Sezioni scientifiche e giuridiche:

 


Copyright 2010-2011 Accademia Italiana di Scienze Forensi